mercoledì 1 marzo 2017

Perché ci sei tu che pensi a me e ci sono io che penso a te

Il Ratto mena il suo fendente. Filch si scansa a [sinistra!] sinistra. La spada sbeccata lo manca di poco, cozzando contro il muro alle sue spalle. Filch scatta in avanti piantandogli la daga nel fianco. Abbastanza per uccidere un topo ma non un Ratto.
Sull'altro corridoio Nez solleva il pesante martello da fabbro e lo cala fra le orecchie dell'altro Ratto.
Maginos grida di [proteggere Tilda] proteggere Tilda.
Nez corre verso di lei....
.....................
"Siamo uomini, non topi" gli spiega Maginos rosicchiando del formaggio, "Topi per caso" aggiunge Nez sghignazzando.
Tilda dorme accanto al fuoco. E' stata ferita, ed è un vero problema perchè lei è la curatrice del gruppo.
"Lo so che siamo uomini" osserva Filch "Ma non avete anche voi questa sensazione di deja vu? Io sapevo esattamente come mi avrebbe attaccato quel Ratto, da che lato sarebbe arrivato il suo colpo"
"Reminiscenze di quello che eravamo" spiega Maginos.

"Eravamo uomini fidati al servizio del Re Andon. Un Re oramai vecchio e malato. Suo figlio Collin, il principe, si prendeva cura di lui. Finchè è arrivata quella strega Vanestra travestita da regina, che ha ammaliato il Re, preso possesso di tutto il castello, messo i suoi soldati mercenari di guardia, e gettato tutti noi nelle segrete"

"Poi Maginos ha rubato un capello alla strega, che conteneva abbastanza magia per trasformarci tutti. E così Maginos ci ha trasformato in topi, piccoli topolini, affinchè potessimo fuggire dalla prigione"


"Ma la strega ci ha scoperti, e ha trasformato i suoi soldati in Ratti per darci la caccia"


Il Ratto mena il suo fendente. Filch si scansa a sinistra. La spada sbeccata lo manca, cozzando contro il muro alle sue spalle. Filch scatta in avanti piantandogli la daga nel collo. Abbastanza per ammazzare un Ratto, che stramazza a terra schiumando sangue.
Sull'altro corridoio Nez solleva il pesante martello da fabbro e lo cala fra le orecchie dell'altro Ratto.
Maginos grida di proteggere Tilda.
Nez corre verso di lei.
Filch gli grida di prendere l'altro corridoio, perchè da quello non farà in tempo a....
......................
"Siamo uomini, non topi" gli spiega Maginos rosicchiando del formaggio, "Topi per caso" risponde Filch, rubando le parole di bocca a Nez.
Si avvicina a Tilda, sdraiata vicino al fuoco e avvolta dalle coperte. E' ferita. E lei è la curatrice del gruppo. Il Ragno le ha morso un fianco. Nez non è arrivato in tempo.
Filch le appoggia una zampa sulla fronte. Lei apre gli occhi.
"Il Ragno" mormora lei "Non l'ho proprio visto. E' sbucato all'improvviso dal buio"
"Non ci prenderà più all'improvviso" le promette Filch "Credo di aver capito"


Andrea Dado
Aspetto che Francy e la piccola siano a letto. Apparecchio Mice&Mistics sul tavolo della cucina in penombra. Non riesco a studiarmi semplicemente il regolamento, devo proprio simulare la partita. Domani sera verranno ErProsciuttaro e Melonia. Preparerò una teglia di lasagne. Forse anche degli arancini.
Prendo le schede dei quattro topi. Assegno loro l'equipaggiamento base e un'abilità.
Comincio dalla prima stanza.

Le prime due stanze scorrono tranquille, i dadi rotolano a mio favore e i nemici stanno bassi di formaggio sulla ruota del tempo che determina il respawn di altri nemici.
Poi nella terza stanza arrivano dei Ratti Guerrieri e un Ragno complicato. Il Ragno rolla 4 dadi in difesa, un vero muro da buttar giù.
"Ehi. C'è qualcuno?"
Una voce. L'ho sentita. Davvero. Aspetta: come sarebbe che l'ho sentita? Mi sporgo verso le camere da letto. Francy ronfa, la piccola dorme abbracciata ai suoi peluche. La tele è spenta.
Okay non c'è nessuna voce. Controllo l'orologio a muro. Un quarto all'una. Ore piccole, direbbe mia madre, la sera leoni e il mattino... Decido di ritirare tutto. Appena finisco la stanza. Tempo di buttar giù 'sto ragno.
"Lo so che sei lì"
La sento. Nel gioco. Nella mia testa.
"Sono Filch!"

Maginos si rigira la bacchetta incendiaria fra le mani.
"Ma dove diavolo l'hai presa?" chiede.
"Fortuna"
risponde Filch tirandosi su da terra "Sono quello che ricerca meglio. E non lo so dove siamo, non eravamo mai arrivati fin qui. Adesso avviciniamoci alla porta e attiviamo la nuova stanza"

Andrea Dado
Filch: "Sono in un gioco, vero?"
Dado: "..."
Filch: "Rispondimi, dai. Sono in un gioco?"
Dado: "Sì. Si chiama Mice&Mystics. E tu sei un topo parlante. O forse un tumore al cervello"
Filch: "Com'è fatto?"
Dado: "E' un gioco da tavolo. Un dungeon crawler. Le miniature...voi...vi muovete in una specie di labirinto, affrontate mostri, raccogliete oggetti..."
Filch: "Perchè sono il solo a saperlo? Nez, Collin, Maginos, Tilda, gli altri sembrano non accorgersene. Continuiamo a rifare le stesse stanze"
Dado: "Quando perdo devo ricominciare da capo lo scenario"
Filch: "Ogni volta da zero?
Dado: "Ogni volta da zero"
Filch: "E tu sei uno che perde spesso?"

Filch
I Ratti Guerrieri hanno catturato Nez e Maginos, sono rimasti soltanto Filch e Tilda. La stanza era quasi superata, quando si è riempita la ruota del formaggio. E c'è stata l'evocazione.
Il grosso millepiedi troneggia in mezzo a un nido di blatte ripugnanti.
"Fshhhhhhhhhh" sibila il mostro.
"Ascolta" grida Filch al millepiedi "Ascoltami soltanto un minuto. Io lo so che voi siete qui per attaccarci, che volete farci a pezzi, mangiarci e vi capisco anche. Ma seguitemi nel ragionamento. Tutto questo è un gioco. C'è qualcuno che ci sta manipolando. C'è gente che ci prova gusto a metterci gli uni contro gli altri. Io dico: spiazziamoli! Voi vi fate da parte e ci fate passare. E nessuno si fa un graffio. Per una volta no?".
Il millepiedi si attorciglia in un brulicare di zampette affilate e poi scatta verso Filch. Le blatte caricano.
Flich si volta verso Tilda: "Mi sa che non li ho convinti"
Andrea Dado
Filch: "Questo Mice&Mystics. Spiegamelo"
Dado: "Te l'ho già spiegato"
Filch: "No, spiegamelo per bene. I dettagli. Se lo capisco magari riesco a sopravvivere"

Mice & Mystics
Dungeon crawler con miniature, dadi tematici e mappa componibile, per 1-4 giocatori, opera prima di Jerry Hathorne, edito in Italia da Raven Distribuion, della durata di 60-90 minuti a seconda dello scenario, narrativo e fortemente ambientato.
A inizio partita viene composto il party degli eroi. Ogni giocatore riceve un scheda personaggio, la miniatura corrispondente, una carta abilità, l'equipaggiamento base, e segnalini ferita.
Ad ogni eroe è anche associata una carta iniziativa, che andrà a posizionata sulla colonna dell'iniziativa, che determinerà l'ordine di attivazione durante il round.
Nel proprio turno ogni personaggio può muovere ed effettuare una seconda azione fra: Scatto [movimento extra], Attacco [di una minia ostile], Ricerca [nel mazzo delle carte Ricerca], Recupero [liberarsi degli effetti Stordito o Intrappolato], ed Esplorare [esplorare un'uscita o una casella di rotazione]. A queste si aggiungono le azioni gratuite Condividere [carte ricerca e segnalini formaggio], Equipaggiare [armi e oggetti], Salire di Livello [scambiare 6 segnalini formaggio per una nuova carta abilità].
Quasi tutte le azioni sono governate dai dadi tematici, che determinano il successo e la forza di ogni azione.
Il formaggio ha la funzione di mana. Quando viene rollato dagli eroi, viene stipato sulle plance personali per essere speso nelle abilità. Quando viene rollato dai cattivi [nel gioco: Servitori] va a occupare uno spicchio nella ruota del Formaggio [che appena completata genera nuovi cattivi nel livello in corso].
La campagna è composta da 11 capitoli concatenati fra loro e inframezzati da molti paragrafi di testo da leggere ad alta voce fra i giocatori, per vivere in prima persona la fuga di Collin e lo scontro con la strega Vanestra.
Un gioco immersivo come pochi.
Andrea Dado
Mi fanno i complimenti per le lasagne, ma rinunciano alla frittura degli arancini.
ErProsciuttaro è tornato a bere birra e a mangiare condito, dopo mesi di piatti in bianco e verdure bollite. Melonia è di buon umore perchè le ho raccontato del gdr de L'alba di Cthulhu e adesso non mi darà più pace finchè non lo avremo giocato.

Ore 22.30
Apparecchio Mice & Mystics.

Li avverto che il gioco è difficile, che il segnalino clessidra non si sposta ma galoppa sul tracciato del tempo e i nemici piovono giù dal cielo.
Copro le stanze ancora inesplorate con dei fogli A4 per stuzzicare la curiosità di Mel e ErPro. Racconto loro pochissimo del gioco, lasciando che la storia di Collin si racconti da sola attraverso le stanze e i paragrafi del libretto Il Dolore e il Ricordo con gli scenari.
Affrontiamo la Stanza delle Guardie facilmente e sprecando pochissimo. ErPro solleva la griglia del tombino e ci immergiamo nelle Fognature. Il livello con l'acqua di scarico ci impegna un po' di più, i Ratti disperdono il gruppo, ma teniamo ancora il controllo.
ErPro e Mel si riorganizzano lo zaino oggetti.
Io ricerco nel mazzo e trovo la carta Erba Gatta, che ci sarà utile quando poi incontreremo Brodie [il boss].
Finchè entriamo nelle Gallerie della Cucina.
E la stanza diventa il nostro mattatoio.

Filch
Dado: "Quando l'hai capito? Del gioco"
Filch: "E' difficile tenere il conto del tempo, quando stai al buio dentro una scatola"
Dado: "Scusa. Volevo dire: sei sempre stato..."
Filch: "Vivo? Non lo so. Forse ero vivo e resettavo. Ma i loop sono cominciati da poco"
Dado: "E' dai loop che l'hai capito?"
Filch: "Sì. Quando ho cominciato a rivedere le stesse stanze, ad anticipare le mosse dei Ratti"
Dado: "Sono cominciati da poco, dici. Forse...."

Andrea Dado
Il ragno è un carro armato. Rolla 4 dadi in difesa. E produce più fette di formaggio della Svizzera. Concentriamo gli attacchi su di lui, ignorando completamente i Ratti, barattando tattica con vendetta.
Melonia: "Un incubo, 'sto ragno!"

Filch: "Sai cosa mi succede quando muoio, Dado? Sto lì e aspetto, aspetto che ricominci da capo. E la cosa più brutta è l'ansia: so che deve ricominciare però non ne ho voglia, e resto lì, nel buio, come imbrigliato, nè vivo nè morto.
Penso agli altri che non sanno, e per loro ogni volta è tutto nuovo.

E poi mi sveglio e ricomincia tutto, e Maginos grida ancora di proteggere Tilda, ma per quanto Nez corra non fa mai in tempo, e lei non vede arrivare il Ragno alle sue spalle. E io che son l'unico che lo sa del Ragno, sono troppo lontano.
E' meglio non saperle certe cose, Dado, se non puoi farci niente. E' meglio non sapere"


Andrea Dado
Dado: "Mi hai detto che i tuoi loop sono cominciati da poco. Ed ho pensato una cosa. Avevo dato la scatola di Mice & Mystics al Vikingo. Gli avevo chiesto se poteva dipingermi le miniature, giusto un paio di pennellate di colore da battaglia"
Filch: "Non capisco"
Dado: "Gli ho appena telefonato al Vikingo. Gli ho chiesto se avesse usato dei colori particolari per dipingere le minia. Mi ha risposto i colori di sempre, quelli ufficiali Citadel. Però..."
Filch: "Però?"
Dado: "Qualche giorno fa in un mercatino dell'usato ha comprato per pochi euro una vecchia scatola di latta che conteneva soldatini degli anni '50. Oltre i soldatini c'erano tubetti di colla rinsecchiti, elementi scenici per diorami, pennelli incrostati e qualche tubetto di colore. Vernice al piombo, messa al bando nel 1978. I colori erano tutti secchi. Tranne uno, con ancora qualche goccia fresca sul fondo. Ha voluto provare a dare un paio di pennellate, per vedere l'effetto. Su una sola miniatura"
Filch: "Io"
Dado: "Sì. Negli anni '70 le case produttrici sperimentavano le vernici sugli animali. Sui topi"

Andrea Dado
Cade Tilda. Melonia lo prende come un fatto personale. ErProsciuttaro per rappresaglia attacca il Ratto che ha inferto la stoccata mortale.
Nel turno dei Servitori la ruota del formaggio si riempie di nuovo.
Nez, il tank della compagnia, cade faccia al suolo.
"Mi sa che abbiamo perso" commenta Melonia.


00.30
Li accompagno sul pianerottolo.
ErPro: "Grazie della serata. Del gioco e delle lasagne"
Melonia: "Ciao Andre"

L'uomo e il topo
Filch: "Farà male?"
Dado: "Non lo so. E' solvente per togliere lo smalto dalle unghie. Lo usa Francy. Dovrebbe sciogliere tutta la vernice. Potrebbe bruciare. Ma non ne sono sicuro. Conviene comunque che ti ci immerga completamente. Se brucia almeno sarà più veloce"
Filch: "Okay"
Riempio il bicchiere di solvente. Prendo la minia di Filch. Me la rigiro fra le mani.
Filch: "Potevamo vincere, stasera, eh Dado?"
Dado: "Sì. Siamo stati solo sfortunati. Ma noi siamo bravi"
Filch: "Dillo, Dado, che siamo bravi. Dillo di quelli che non hanno niente da pensare per l'indomani"
Dado: "E' così, per loro. E adesso dimmi com'è per noi"
Filch: "Noi è diverso, perchè ci sei tu che pensi a me e ci sono io che penso a te"
Dado: "Un giorno avremo una casetta, Filch, con un pezzo di terreno e una mucca e i maiali..."
Filch: "E vivremo del grasso della terra. E avremo i conigli. Vivremo dell'orto, e avremo la pioggia d'inverno e la stufa. E la panna sarà spessa che non la potremo tagliare. Dì tutto questo, Dado"
Dado: "Chiudi gli occhi, Filch"




trovate Mice&Mystics su Magic Merchant

20 commenti:

  1. Recensione Epica, gioco Epico!

    RispondiElimina
  2. Allora qui c'è qualcosa di sospetto.

    O io sono erprosciuttaro e la Wife è melonia (e dalle poche foto che ho visto alcuni dettagli combaciano) o non mi spiego come mai ultimamente ogni tuo post combacia con qlc con cui stiamo giocando.

    Conta che in libreria abbiamo una decina di giochi quindi non è la legge dei grandi numeri.

    Detto questo.

    M&M è nella top5 della Wife. Siamo al capitolo 4 e, sarà che abbiamo delle botte assurde, non abbiamo mai perso. E si, stiamo giocando secondo le regole. Ho controllato più volte regole e faq.

    Ho già preso la prima espansione e la scimmia per la successiva è già alta.

    Sono dubbioso sul nuovo modulo pvp.

    Ah, comunque, bel post come sempre :p

    RispondiElimina
  3. Basta.Tu non puoi farmi venire la tristezza anche per un pezzo di plastica dipinto. La devi piantare...

    RispondiElimina
  4. NON SONO LACRIME HO UNA BRUSCHETTA NELL'OCCHIO

    RispondiElimina
  5. Dov'è precisamente che Vik ha comprato sta' vernice? 😉

    RispondiElimina
  6. Meglio di "Westworld": bravo. :-)

    RispondiElimina
  7. Non so come fai ogni settimana a inventarti sempre una storia nuova.
    Hai talento e sei una persona di cuore.
    Spero che un giorno potremo giocare una partita allo stesso tavolo.

    RispondiElimina
  8. Ciao Dado, ti leggo da un po' e mi fa sempre piacere trovare un tuo nuovo post...
    mi sono riavvicinata ai gdt da qualche mese, prima io e mio marito da fidanzati giocavamo un po', poi ci siamo sposati... due bambini (pestiferi!!)... insomma abbiamo riscoperto da poco il gusto di apparecchiare la tavola con tessere e pedine! e adesso invece di giocare con i vecchi amici (nessuno ha i figli della nostra età) giochiamo con i nostri bimbi (8 e 6 anni): per ora sono dei piccoli grandi campioni del piazzamento tessere: carcassonne e karuba in primis, atlantis, cacao. Vorrei fargli provare qualcosa di diverso, un dungeon crawler, magari in coppia con noi genitori: ho letto con interesse il tuo post su Super Fantasy, e in qualche forum avevo letto commenti entusiasti anche di mice & mystics o le leggende di andor... tu che consiglieresti per partire? considerato che hai una bimba dell'età dei miei, a lei cosa piace? immagino che i giochi con le miniature attirino di più di quelli con i personaggi in cartoncino, ma mi sembrano di livello meno accessibile
    Grazie in anticipo per i consigli che verranno!!
    ciao
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Prendo come riferimento Super Fantasy e Mice & Mistics, perché Andor seppur provato con figlia+nipote mi è sembrato meno adatto
      I problemi che sto affrontando con i dungeon crawler giocati con mia figlia sono due:
      1- la lunghezza
      2- la ripetitività
      Lunghezza. I bambini dopo un po’ seduti al tavolo allo stesso gioco, perdono concentrazione e interesse, e vogliono fare altro. In questo caso intervieni sforbiciando e riadattando qualche regola. Se un boss ha 30 punti vita e bisogna fargli 10 attacchi per ucciderlo, riduciglieli serenamente a 20.
      Ripetitività in caso di sconfitta. I dungeon crawl prevedono (quasi tutti) di rifare lo scenario in caso di sconfitta. Sono d’accordo a ripetere, ma non andrei oltre UNA ripetizione, per bambini di 7-8 anni, soprattutto per titoli che possono impegnare tutta una serata, il rischio è che trovino il gioco frustrante e non divertente.
      Super Fantasy e Mice & Mistics vanno bene entrambi, ma vanno ritoccati in maniera casalinga, e soprattutto preparateli prima.
      Adotta degli accorgimenti per tagliare i tempi morti, ad esempio non far scegliere un’abilità leggendo 10 carte a disposizione ma offri soltanto 2 scelte.
      Taglia le ripetizioni e semplifica.
      E vedrai che vi divertirete ^_^

      Elimina
    2. Ciao,

      scusa se mi intrometto, ma dalla mia esperienza un dungeon crawler adatto a quell'età, è decisamente Dungeon Fighter: i bambini sono molto attratti dalle varie modalità in cui si devono lanciare i dadi, e si allenta un po' la problematica sottolineata da Dado: lo stare seduti per molto tempo...

      Elimina
    3. ciao , grazie a tutti per i consigli.
      in effetti il problema maggiore al momento per noi è rappresentato dalla durata: se il gioco dura più di 25 minuti, uno dei figli -solitamente il più grande!- inizia ad alzarsi dal tavolo e a disturbare il fratello, facendo perdere a tutti il filo del gioco :(
      dungeon fighter l'avevo scartato, avevo letto dei commenti in giro che lo bollavano come ripetitivo... ma si avvicina il compleanno di una delle piccole pesti, quindi lo rimetto nella wishlist, magari in compagnia di super fantasy, anche perchè col costo di M&M ci escono entrambi..!
      grazie ancora a tutti e se avete altro da consigliare fate pure, io prendo nota di tutto!!
      buona serata,
      laura

      Elimina
  9. Fra M&M e andor direi il primo.
    Andor è un puzzle game mascherato da avventura. Inoltre se ai tuoi bambini piacciono le favole raccontate dalla mamma, M&M è perfetto. Compensa la ripetitività con una narrativa eccelsa. Inoltre è molto più longevo.

    RispondiElimina
  10. Mice & Mystics lo devo ancora provare, ho paura che nel gruppo non possa piacere...
    Per resto, ottimo post: come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me dipende molto da quanto il tuo gruppo è abituato a giochi del genere. se vivono a pane e DC, allora M&M non piacerà.
      Se vuoi iniziarli ai DC è un ottima scelta.
      Mia moglie non ha mai giocato ad un gioco da tavola, ma lo adora.
      Poi come dice DADO, se non siete dei nazisti de regolamento, sforbicia e adatta.

      Elimina
  11. Il gioco non mi piace ed ora mi sento in colpa per i topolini! Dado, perchè mi hai fatto questo? :-(

    RispondiElimina
  12. Questo post entra di diritto nella top 5 dei tuoi post che mi hanno lasciato SENZA FIATO!
    STORIA BELLISSIMA.
    sei veramente un fuoriclasse amico mio.
    Ti abbraccio

    (non so perché ma tutto l'impegno su M&M me lo aveva fatto ignorare volutamente, quasi un capriccio stupido contro la massa. Il tuo racconto ha superato il pregiudizio e la presunzione che avevo. Ora devo averlo. Grazie per la compagnia)

    RispondiElimina