lunedì 16 giugno 2014

Birrificio del Dado Luppolato: il ritorno di Albe Pavo


"Dovresti proprio levarlo quel cartello" sghignazza ErProsciuttaro continuando a far saltare il coltello fra un dito e l'altro della mano ben aperta sul tavolo, e incidendo piccole mezzelune nel legno, "Non si legge più"
L'uomo dietro il bancone solleva appeno lo sguardo sul cartello appeso sopra la sua testa
ETATO FUMA
Ingiallito dalla nicotina, dal tempo, dai fumi del luppolo tostato.
"Ci sono affezionato" taglia corto, "E dovresti smetterla con quel coltello, dopo il terzo bicchiere diventi meno preciso"
"Vedremo" sorride ErProsciuttaro aumentando la velocità. La lama sfiora l'incavo fra l'indice e l'anulare.
Il proprietario della mano, ubriaco e addormentato accasciato sulla sedia accanto a quella di ErProsciuttaro, non si accorge di niente.
La porta si spalanca ritagliando tre figure sull'uscio. Anzi sono solo due, il terzo è un baule da viaggio, lungo e stretto, appoggiato in verticale.
"Aspettavi Babbo Natale?" chiede ErProsciuttaro
"Sono quelli dell'altra volta" sospira il birraio, rilassando il dito dalla doppietta nascosta sotto il bancone, "Sono i burattinai dell'Albe Pavo. Che il diavolo se li porti"


Dado Critico: L'erba cattiva non muore mai, dicono. Beh, sono sempre contento quando qualcuno viene a togliermi via la polvere dagli sgabelli. Sedetevi che vi riempio un paio di boccali, oggi abbiamo la bionda di buon umore, fa addirittura la schiuma. Allora? Era un mesetto che non vi si vedeva da queste parti. Dove eravate spariti?

Matteo Santus: Al lavoro. Come sempre. Passa quel boccale che trascinare questo catafalco mi ha messo sete…
Jocularis: *osserva in silenzio alzando un sopraciglio*

Dado Critico: Spero che la stitichezza vi sia passata e che possiate tirar fuori qualche altra parola su Archean. Anzi a dirla tutta sarebbe ora che metteste sul tavolo qualche immagine. Forza su, aprite quel maledetto baule...

Matteo: Abbiamo portato un bel po’ di cose da farti vedere, ma lascia che le trovi (frugando rumorosamente fra montagne di pezzi di legno, gemmine colorate, fogli, matite e ciarpame della più varia risma).. dannazione non riesco mai a fare ordine qui dentro...
Jocularis: Ecco! Guarda un pò: della Argilla Primordiale... una Tavola Cosmica... uno Strumento Divino...
Dado Critico: Per la barba di frate! Ma è Pongo quello?!?! E plexiglass!?!?!?!? Non credo di aver mai visto roba simile in un gioco da tavolo, e va' che di scatole ne ho spaccate parecchie.....
Matteo Santus: Non è proprio Pongo, è molto meglio del Pongo! È una plastilina di qualità pregiatissima, abbiamo fatto il cammino di Santiago per trovarla.. E poi guarda qui: plexiglass intarsiato dai più abili artigiani della nostra terra: lo vedi questo? È lo strumento divino: su di esso è incisa la storia dei primi Pangeani, vedi qui in cima? Questo è l’Archean.. Con questo strumento i Sacerdoti dell’era Archeana adoravano le Antiche Divinità, si dice che sia stato fatto ad imitazione dello strumento celeste che le Divinità stesse hanno usato per plasmare il creato.. E quindi abbiamo detto: facciamolo! Così anche i Giocatori lo avranno e potranno plasmare il prorio creato, proprio come gli Antichi Dei!Jocularis: Sotto l'Archean, vi sono quattro preti in preghiera. Al centro l'Albero della Vita, con una visione apocalittica di cosa può fare l'Archean in possesso delle Gemme del Dio. Il potere che scaturisce dalle Gemme può distruggere preti, guerrieri, contadini. Infine in basso avete una visione aerea geroglifica di una pangea con isole e puntini in corrispondenza delle Gemme. A destra una città antica, con una Gemma Divina che domina il cielo. Esisteva un tempo in cui Dei e uomini calcavano la terra fianco a fianco...  

Dado Critico: Mi sembra di capire che "Modellare il mondo" è parte integrante del gioco... ma mi chiedo: cosa vi ha spinti in questa direzione? Intendo: perchè addentrarsi in un progetto così difficile (vedi anche "complicarsi la vita")? Da dove arriva questo bisogno di "maggior fisicità", di una componentistica dinamica e in movimento? Non c'era abbastanza spazio su questa Terra per Archean? Perchè scardinare la componentistica tradizionale verso una soluzione così... open source, e scusatemi ma non mi viene un'altra parola.
Matteo Santus: Perchè siamo un po’ matti e ci piace proprio infilarci in queste vie mai percorse prima.. La componentistica “tradizionale” semplicemente non ci avrebbe permesso di sviluppare tutte le potenzialità della plastilina, il plexiglass è venuto di conseguenza perché si sposa perfettamente alla plastilina, molto meglio di componentistiche in cartone.
Jocularis: Esatto. Se il percorso è già tracciato perchè fare giochi? A noi piace mixare, cercare nuove strade. Ovvio, è dura, ma è molto appagante. Come nel caso di Archean. Plasmare il gioco: questa è la definizione esatta. Archean è sia un gioco adatto a tutti e modulabile in varie modalità sia un gioco per gente che ha voglia di esprimere il potenziale creativo in ogni gamer! (fidati, a volte è celato, ma c'è).

Dado Critico: Quali sono le difficoltà maggiori che state incontrando, in un progetto così fuori dagli schemi? Non credo sia proprio come produrre un gioco di carte con due mazzetti muffi e due dadi D6.
Matteo Santus: Non ti nascondo che è stata una faticaccia riuscire a mettere insieme un piano economico sensato, dei fornitori qualitativamente validi, le prescrizione della normativa (diversa fra Vecchio e Nuovo mondo), meccaniche mai viste prima e le mille difficoltà di una progettazione su componentistiche del tutto inusuali per un gioco da tavolo!!! Però questa idea proprio ci piace e quindi ci siamo rimboccati le maniche e ci abbiamo lavorato con passione!
Jocularis: E' il gioco con la componentistica più straordinaria che abbiamo mai fatto, e, azzarderei, come nulla in circolazione. Mazzetti di Carte e dadi ci sono.. ma c'è anche mooooooooolto altro. Non hai idea di come sia difficile cercare il giusto plexiglass, e la giusta plastilina che rispetti ogni normativa mondiale. La nostra è da 3 anni in su. Quando dico che ad Archean ci può giocare chiunque dico davvero!

Dado Critico: Okay, parliamo del prezzo, perchè purtroppo ancora non crescono sugli alberi. So che è presto per mettersi dietro il registratore di cassa, ma plastilina e plexiglass cesellato intimoriscono un po' il mio portafogli già malandato di suo. Quanto potrebbe essere la botta?
Matteo Santus: Dobbiamo ancora definirlo, ma non vorremmo superare i 50 euro. Quello che posso dire è che il gioco sarà MOLTO ricco: plastilina in quantità, tre strumenti divini e tre tavole cosmiche in plexiglass intarsiato, pezzi di legno, gemmine trasparenti di plastica colorata, un sacco di carte e magari, se ci riusciamo, anche qualcos’altro (attendiamo preventivi).. sarà un bel barilotto!


Dado Critico: E quando avreste intenzione di mettere la ciccia in tavola? Perchè venir qui a sventolarci mutandine di pizzo sotto il naso è un po' crudele, se non avete intenzione di tirar fuori il ripieno. Allora: quanto dovremo aspettare per le grazie di Archean?
Matteo Santus:è ancora presto per dirlo, ma credo che l’anno di riferimento sarà il 2015, possibilmente la prima metà! Abbiamo ancora una montagna di lavoro da svolgere e poi ci sarà la campagna di Kickstarter che vogliamo intraprendere per finanziare il progetto.. i soldi che servono sono troppi per le nostre povere tasche!!!
Jocularis: dai non far finta di niente. Sei tu il padrone di casa e sarai tu il primo a provarlo e a diffonderne il verbo! Per l'uscita sarà di sicuro non prima del 2015.

Dado Critico: Okay. Fanno 20 pezzi, come la volta scorsa, anche se ne avete bevuto un boccale in più. Basta che vi rimettete gli zaini in spalla e mi togliete quel catafalco da davanti al bancone, che mi occupa tre sgabelli. Pagate il buon uomo e andate per la vostra strada. Se doveste ricapitare da queste parti tornate pure a spolverarmi gli sgabelli.
Matteo Santus: Stai certo che presto ci vedrai ancora, dobbiamo spiegarti per bene come anche tu potrai crearti il tuo mondo!!!
Jocularis: Hey, io sto ancora aspettando che spillate la mia Guinness!!!

-------------------------------
Archean
https://www.facebook.com/pages/Archean/227074494156482?ref=

Albe Pavo

https://www.facebook.com/pages/Albe-Pavo/579187102194679?ref=hl


9 commenti:

  1. Di sicuro la curiosità non manca. Non ci ho capito una fava, ma sono molto interessato.

    RispondiElimina
  2. Mai visto nulla di simile! SPETTACOLARE. Ma se pensano di farlo uscire x prima metà del 2015.....la campagna kickstarter quando dovrebbe iniziare? Fra 2-3 mesi immagino.
    Viking

    RispondiElimina
  3. @albepavo, Una curiosità: ma la plastiLina quanto dura? Cioè, è "eterna" o bisogna sostituirla dopo alcune partite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. È eterna. Abbiam fatto fatica a trovare quella adatta alle normative internazionali. La ns è sulfur free e certificata anni +3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'info! Se è così il prezzo di acquisto del gioco è più che giustificato, complimenti per l'inventiva, riuscite sempre a tirare fuori idee innovative dal cilindro! :)

      Elimina
    2. Grazie!!!! Ce la mettiamo tutta!!!

      Elimina
    3. ricorda, nell'idea di base e nella contaminazione di generi diversi, giochi di ruolo indie come microscope, chronicles of skin, questlandia o eternity della magpie games

      Elimina
  5. Novità su questo gioco?? Aspetto con ansia :D

    RispondiElimina