domenica 16 dicembre 2018

Starnutire con gli occhi aperti

La ragazza dietro il banco non mescolava nè birra chiara nè seven up, ma passava i giochi per Playstation3 sotto la pistola barrcode.
"Finisco 'sta scatola e arrivo" ci disse.
Minuta e col fisico asciutto e nervoso di chi somatizza lo stress, avrebbe presto perso quel suo sorriso solare del quale già non rimanevano sulle labbra che pochi deboli raggi.
L'altra commessa, che fingeva di pareggiare le custodie sulla rastrelliera e non la perdeva di vista, probabilmente per questioni gerarchiche, aveva la faccia della stronza a denominazione di origine protetta dal capo, al quale probabilmente la faceva annusare o l'ammollava con lungimirante parsimonia.
"Bella senz'anima" dissi per omaggiare Cocciante
"Non siamo qui a pettinar le bambole gonfiabili" osservò ErPro.
"Prego" ci disse lei riponendo la pistola nella fondina.
ErProsciuttaro fece scivolare una banconota sul bancone con aria solenne da damanhuriano.
"Due bustine di Magic the Gathering" chiese.
Sbustammo, in un bar lì accanto, in compagnia di un Crodino e di alcune arachidi molto antiche.
Sollevai le carte a ventaglio e dissi "Buone per il camino". Magic precorreva la sconfitte istantanee dei gratta&vinci. Io sbustavo solo per sentirmi un giorno MegaBabbo o almeno Babbo per Sempre.
"A me non è andata così male" commentò ErPro. Non aveva niente di speciale in mano, ma per lui la bustina era sempre mezza piena.
"Gran gioco, Magic" convenni ricordando i tuning dei mazzi di Ivan Curina il sabato pomeriggio al Drago Dormiente, e consapevole che avremmo aperto molte altre bustine con altrettanti crodini e arachidi di Tutankhamon.
"Un giorno ti mostrerò un altro grande gioco" mi disse allora ErPro, facendosi improvvisamente più vecchio e stanco, consumato da un antico male come nei racconti di Lovecraft , "Lo giocavo fotocopiato e in inglese ai tempi dell'università. Si chiamava NetRunner. E io... io non posso dimenticare".
Era il novembre del 2006.

Su ErProsciuttaro
Ultimo arrivato nel mio ufficio, con un curriculum sproporzionato per il tipo di impiego, ErProsciuttaro era divenuto rapidamente uno dei miei migliori amici. Era molto intelligente ma di lui ammiravo soprattutto il suo talento raffinato per la gaffe, alla quale rimediava immediatamente con una frase indelicata e con un'altra fuori luogo.
Aveva indubbiamente il senso della combo.

Giocavamo a Magic in pausa pranzo, parlavamo a lungo delle miserie umane, e come tutti i veri amici sognavamo di aprire insieme il primo negozio topless board game d'Italia.
Il giorno che se ne andò dall'ufficio, andai a casa sua per una pizza da asporto e una volta in bagno nascosi una busta dietro la sua lavatrice.
Tornato a casa gli messaggiai per dirglielo.
Trovò la busta.
Conteneva due carte di Magic.
Wild Mongrel e Basking RootWalla.
Quelle carte eravamo io e lui.
Lui lo capì senza bisogno di altre parole. E così le imprigionò in un quadretto di plexiglass che sta ancora adesso accanto al suo televisore.

Alcuni chilometri si misero in mezzo, alle nostre case e ai nostri uffici. Rinforzammo le nostre serate con Munchkin, Oscuro Padrino, Seasons, Room25, Citadels e altri alibi.
Prendemmo l'abitudine di incontrarci il 1° gennaio di tutti gli anni, per mangiare gli avanzi del cenone e draftware Magic dal mio pauper cube singleton.
Finchè Giochi Uniti fece uscire l'edizione italiana di NetRunner.
NETRUNNER
Living Card Game asimmetrico, d'ambientazione cyberpunk-neuromante, di Richard Garfield, per 2 giocatori, con durata variabile fra i 30 e i 60 minuti a partita, edito in Italia da Giochi Uniti prima e da Asmodee dopo. I due giocatori di fronte saranno uno la Corporazione, organizzazione potente e miliardaria che influenza oramai la vita di tutte le persone a New Angels, e l'altro il Runner, l'hacker che cercherà di sottrarre informazioni riservate alla Corp.

Scopo della Corp è sviluppare gli Obiettivi. Quello del Runner: sottrarli.
La Corp sviluppa gli Obiettivi sui propri server remoti, proteggendoli con Firewall [nel gioco: ICE], oppure nei server locali del quartier generale, nel reparto Ricerca e Sviluppo, o nascondendoli fra gli scarti.
Il Runner deve infiltrarsi nella rete informatica, installando hardware, software e IceBreaker in grado di violare i codici, proteggendosi dalle contromisure della Corp.

Come in molti altri LCG è il deckbuilding il cuore pulsante di NetRunner.
Corp e Runner hanno set di carte completamente diversi [e i set non si possono mescolare], e all'interno di ogni schieramento vi sono poi fazioni diverse.
Scelta una fazione, ad esempio Jinteki per la Corp, è possibile inserire nel proprio mazzo Carte Jinteki, Carte Neutrali e [pochissime] Carte di altre Corp.

Per quanto riguarda regolamento e gameplay non entrerò nel dettaglio, sia perchè il gioco è sul mercato da diversi anni, e in rete si trovano tutorial molto ben fatti [vedi quello di Alkyla sul canale Tocca a Te] sia perchè si tratta di un regolamento complesso.
NetRunner è un gioco strutturato, impegnativo e che richiede numerose partite.
Ha un set di regole importante, un bel po' di termini e concetti da assimilare, e richiede tempo e dedizione.
Ma l'impegno profuso è di gran lunga ricompensato.
Si tratta di un gioco profondo, elegante, ben ambientato, veramente asimmetrico, e che ungerà la bocca degli amanti del deckbuilding ad alto livello, un gioco che è azzardo, bluff, adrenalina e capacità di lettura della partita.
Cosa non è.
NetRunner non è un gioco fast-food, non è plug-and-play, non è la scopatina da 10 minuti alle 7.00 del mattino prima di andare in ufficio. Soprattutto non è un titolo per tutti.
I casual gamers che lo vorranno provare "perchè boh è famoso e va provato" lo troveranno faticoso, sì, bello ma..., e alla fine sarà stata soltanto una serata sprecata tipo riunione di condominio.
NetRunner vuol esser pagato in anticipo, pagare moneta vedere cammello, e quella moneta sonante è il vostro tempo.

Cosa è.
Credo il miglior card game di sempre, almeno per quel che mi riguarda.

Perchè vi scrivo queste righe, e perchè ve le scrivo adesso.
Beh, perchè se ancora non ce l'avete sulla mensola: questo è il miglior momento possibile per comprare NetRunner.
Il gioco ha da poco chiuso i battenti, e salvo colpi di scena da far impallidire Jeffery Deaver non ci saranno altre espansioni.
E poi Richard Garfield ha appena fatto uscire in tutto il mondo Keyforge, e tutti stanno provando il nuovo giocattolo.

Il numero dei giocatori attivi di NetRunner è crollato, e molti si sono riversati sui mercatini dell'usato per vendere tutto, spesso in blocco, spesso per dedicarsi a un altro LCG "vivo".
Il presente rappresenta quindi un'occasione, un carpe diem ludico, il momento esatto per comprare un vero capolavoro pagandolo quattro soldi, e procurarsi partite memorabili da qui alla notte dei tempi.

Io e ErProsciuttaro
Lo scruto mentre lui scruta la scodella del ramen.
"A cosa pensi?" gli chiedo
"A Richard Garfield. Che piega un cucchiaio"
"Stai per raccontare qualcosa che non capirò, vero?"
"Ricordi il bambino pelato di Matrix? Non cercare di piegare il cucchiaio, cerca invece di accettare la verità, ossia che il cucchiaio non esiste"
"E quindi?"
"Uri Geller non piegava i cucchiai. Erano trucchi. Ben fatti. Ma trucchi. James Randi, un noto prestigiatore, si battè per anni, ripetendo passo passo davanti alle telecamere i suoi trucchi. Molti non gli credettero, neanche se faceva le stesse identiche cose di Geller. Le persone hanno bisogno di credere. Guardati il video completo dell'inchiesta di Piero Angela su Youtube".
"Non capisco il nesso"
"Che per anni abbiamo attribuito a Garfield doti straordinarie.
Ti ricordi il tormentone che leggevamo sul Pyotty: "Sono in molti a sostenere che le carte rare siano le più potenti, e che dunque Magic sia un gioco in cui vince chi vi spende più soldi. Garfield non risponde all'accusa: si limita a giocare contro chiunque lo sfidi aprendo cinque bustine nuove e componendo il suo mazzo di gioco con le poche carte che vi sono dentro. E vince quasi sempre."

Lo sai che è una cazzata colossale, Andre, la balenottera azzurra delle megattere delle cazzate, vero? Ma noi ci abbiamo creduto. Per anni. A roba come il Black Lotus, Proposal, Garfield che modificava gli attributi delle creature alle fiere.
Per noi Garfield non era un game designer. Era un mistico. Una guida spirituale. Un'entità fatta di energia. Non una persona reale. Noi abbiamo creduto nella sua magia. E alla fine, probabilmente, ha finito per crederci pure lui. Ed è così che è riuscito a piegare il cucchiaio che non esiste".

"Troppo criptico, ma temo che chiederti lumi sarebbe ancora peggio"
"Mangiamoci 'sto ramen, va"
"A cosa vuoi giocare dopo? Magic, NetRunner, Keyforge?"
"Basta che sia di Garfield. Ah, lo sapevi che Garfield può starnutire con gli occhi aperti?"


INDAGINE CRITICA SULLA PARAPSICOLOGIA – Piero Angela
James Randi
“Tenga poi presente che vi sono altri due fattori che giocano a favore di persone come Uri Geller.
Se infatti questi medium vedono che le circostanze non sono favorevoli, possono benissimo dire che l’esperimento non riesce, che non sono in forma, che non hanno i poteri quel giorno.
Io che sono un prestigiatore non lo posso dire ma loro sì. Anzi il fatto che certe volte non producano nulla torna proprio a loro a vantaggio. Perché la gente dice: “Vedete?  Non può farlo. Se fossero dei trucchi riuscirebbero sempre, invece no”. Paradossalmente il tirarsi indietro quando le circostanze non sono adatte costituisce un ulteriore punto a loro favore. Quando vincono: vincono. Quando perdono: vincono lo stesso.
Non solo. Ma possono facilmente far allontanare gli scettici dicendo che delle creano vibrazioni negative. In questo modo possono tenere lontani coloro che sarebbero in grado di fare dei veri controlli. A cominciare dai prestigiatori”.

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=_6f48qotXLo


All'amico indistruttibile de Zena
all'uomo che disse "Dopo la perdita del primo genito c'è la piaga delle cavallette"

al fedele watson e al fedele groucho
che guida le patate coi piedi 
responsabile di molte emorragie di denaro
dei prinny e di jojo

e del mio mazzo nero-rosso pauper "Unlimited Ass"
Davide ErProsciuttaro. 
Fission Mailure.



Trovate Android NetRunner e cucchiai piegati su Magic Merchant

2 commenti:

  1. Comunque, se mai aprirai il primo negozio topless board game d'Italia fammelo sapere 😉

    RispondiElimina